GAKEEN, MAGNETICO ROBOT
(Magne Robo Ga-Kin, Toei Doga 1976)

 

La storia Il robot L'edizione italiana Trama degli episodi

 

Serie prodotta dalla Toei Animation nel 1976 su soggetto di Shinobu Urakawa.
Nonostante le premesse un po' scontate, questa serie ha fatto breccia nel cuore di numerosi otaku e viene ricordata con piacere anche nel nostro paese. Al character design abbiamo Kazuo Komatsubara: lineamenti semplici ma decisi conferiscono ai personaggi un aspetto molto gradevole ed una vivace espressività.
Anche la regia, affidata a Tomoyoshi Katsamuda, si presenta dinamica, perfettamente in grado di sopperire alle carenze di una trama lineare con inquadrature veloci e scattanti. Gli episodi, infatti, supportati da una solida sceneggiatura e da una narrazione piuttosto serrata, riescono a tenere un ritmo incalzante per tutta la loro durata, riuscendo così a tenere viva l'attenzione dello spettatore. I combattimenti poi sono estremamente avvincenti ed il mecha design notevolmente accattivante. 
[... citazione presa dalla fanzine Black Fantasy n. 4...]

 

Takeru

Protagonista principale della storia è Takeru Hoyo, campione mondiale di arti marziali nonchè rivale da sempre del padre, famosissimo maestro e allenatore.
Takeru, da sempre in conflitto con il padre, decide di lasciare la casa natale, con un unico e ben preciso ideale: battere il padre, per dimostrargli che può diventare più forte di lui anche senza i suoi allenamenti.
Da bambino, Takeru era sottoposto a degli allenamenti durissimi da parte del padre, in quanto quest'ultimo desiderava che il figlio divenisse sempre più forte; è proprio questo il motivo per cui Takeru lo odia...
Il padre aspetta fiducioso il suo ritorno, che avverrà il giorno in cui Takeru diventerà veramente un uomo e capirà il valore dei suoi insegnamenti.
Nel corso della storia abbiamo modo di capire che i due sono fortemente legati l'un l'altro, seppur lontani i loro cuori sono sempre vicini, in quanto hanno lo stesso temperamento.

Quando era ancora un bambino, durante una gita familiare, Takeru e la madre furono colpiti da un fulmine; la madre morì sul colpo, il figlio invece resistette incredibilmente alla violenta scarica elettrica, in quanto il suo corpo possiede una naturale resistenza all'elettricità.


Toho Hoyo, il padre di Takeru

 

Gli Izariti

Duecentomila anni fa una popolazione dello spazio, gli Izariti, cercarono di conquistare la Terra, ma fallirono perchè la loro composizione non era compatibile con l'atmosfera terrestre. Parte di loro si rifugiò nel fondale oceanico, dove costruirono una base permanente. Ora Izar, il loro pianeta di origine, sta entrando in rotta di collisione con un altro corpo celeste, pertanto hanno ripreso l'antico piano di invasione per salvarsi dall'imminente catastrofe.
Allo scopo utilizzano i cosiddetti mostri sintetici, costituiti da diverse creature organiche terrestri (sia animali che vegetali) sintetizzate insieme geneticamente combinate con componenti meccaniche e ingigantite da una grande energia.
Gli Izariti sono guidati dal Capitano Brain, coadiuvati dal ministro Radar Robot, dai Generali Staffy e Kokrow e dal Comandante Ombra

 

La Divina Libertà

La superfortezza volante Divina Libertà è un'enorme nave di 62.000 tonnellare ancorata al porto della baia di Tokyo; è in grado di volare, ed al suo interno ospita il laboratorio di difesa terrestre.

 

 

 

 


L'equipaggio operativo della Divina Libertà (da sinistra verso destra, Futoshi, il prof. Kazuki, Tensai e Hitoshi)


La Divina Libertà


Il Delivery, mezzo di supporto dell'equipaggio di cui sopra


Il prof. Kazuki

Comandante della nave è il prof. Kazuki, amico di famiglia di Takeru, il quale assistette all'incidente nel quale la madre del ragazzo perse la vita.

 


Hoshi, Mine e Ushio, i tre collaboratori del prof. Kazuki

Il professore ha dedicato tutta la sua vita allo studio dell' uomo magnete, conducendo i suoi esperimenti sul corpo della graziosa figlia Mai. Quest'ultima ha sacrificato la sua infanzia per aiutare il padre, conscia dell'importanza dei suoi esperimenti.


Con Mai, il prof. Kazuki è riuscito a generare l'uomo magnete Minus; per realizzare l'uomo magnete Plus ha bisogno del corpo di un ragazzo, e per questo motivo ingaggia Takeru, del quale conosce la sua incredibile resistenza all'elettricità.
Takeru però è un ragazzo ribelle, per il prof. Kazuki non è stato semplice convincere il ragazzo ad unirsi alla squadra...


L'Uomo Magnete Minus (Mai) e l'Uomo Magnete Plus (Takeru)

 

Gakeen, il robot magnetico

Takeru e Mai hanno al polso un amplificatore magnetico, il quale emette delle scariche magnetiche ad altissima intensità che permette loro di trasformarsi in qualunque momento nell'Uomo Magnete Plus e nell'Uomo Magnete Minus.
Entrambi hanno a loro disposizione una navicella (chiamate tutte e due Spirito Angelico), le quali si innestano ciascuna in un mini-robot in grado di volare: Plyzer è il mini-robot di Takeru, Mighty è quello di Mai.


Mai e Takeru a bordo dello Spirito Angelico mentre fuoriescono dalla Divina Libertà

Attraverso il meccanismo della "croce d'incanto", i due ragazzi volteggiando in aria riescono a formare l' "Uomo Magnete in un solo essere", una sorta di "fibbia" che, una volta agganciata ad altri componenti (per mezzo dell'energia magnetica), forma il possente robot Gakeen.

 

Le fasi della trasformazione di Gakeen


Fase 1: L'Uomo Magnete in un solo essere si aggancia al bacino del robot.

 


Fase 2: Avviene l'aggancio con le due parti che vanno a costituire il tronco.

 


Fase 3: L'aggancio delle gambe.

 


Fase 4: L'aggancio delle braccia.

 


Fase 5: Fuoriesce la testa del robot.

 


Gakeen pronto al combattimento!

 

Per permettere al possente robot di volare, attraverso il "cambio di combinazione", Plyzer e Mighty si uniscono al Gakeen, diventando una sorta di prolungamenti delle braccia del robot.


Il cambio di combinazione

 

Le armi di Plyzer


Pugni Bolas (è il classico lancio dei pugni del robot, dove però questi ultimi rimangono "incatenati" al robot da, appunto, delle catene!)


Raggio Plyzer (raggio luminoso che fuoriesce dal petto)


Stelle Invincibili


Missili Penetranti


Le armi di Mighty


Raggio Mighty


Aghi Minus

Anche il robot di Mai dispone dei Pugni Bolas e dei Missili Penetranti


Le armi di Gakeen


Piede Tagliente


Artigli d'Acciaio


Pugni Taglienti


Uragano Atomico


Assalto Magnetico (o Magnete in funzione)


Attacco della Grande Ruota (o Assalto Rotore): sono delle ruote acuminate che fuoriescono dalla ginocchia, che permettono al robot di camminare quando le gambe sono fuoriuso e/o di attaccare il nemico

Il vessillo tagliente (introdotto nell'episodio 26, l'ultimo trasmesso in TV)

Il Gakeen dispone poi delle seguenti armi e/o moduli:


- Pugni Gakeen (classico lancio dei pugni)
- Raggi Gakeen (raggi che fuoriescono dalle fessure presenti sulle gambe del robot);
- Attacco Ravvicinato (una sorta di "spallata" al nemico!);
- Mappa Atomica (o Mappa Magnetica): nel "cambio di combinazione", sono l'unione dei raggi emessi dal Plyzer e da Mighty;
- Gakeen a tutta forza (di solito, almeno nella I parte della serie, è l'attacco finale: nel "cambio di combinazione", è una sorta di rotazione del robot su se stesso che perfora e distrugge inevitabilmente il mostro sintetico di turno)
- Boomerang della Grande Ruota (introdotto nell'episodio 27, inedito in TV): lancio e utilizzo delle ruote a mo' di boomerang;
- Missili del Vessillo (utilizzati nella II parte della serie, inedita in TV): missili che fuoriescono dai "fori" del vessillo tagliente (vedi figura sopra);
- Nunchaku Gakeen (introdotti nell'episodio 28, inedito in TV): classica arma utilizzata nelle arti marziali orientali, che Takeru sapeva già destreggiare con molta abilità
- Potenza scavatrice (introdotta nell'episodio 29, inedito in TV): in combinazione con la Grande Ruota, permette al robot di muoversi anche sottoterra;
- Carro Armato Corazzato Gakeen (introdotto nella II parte della serie, inedita in TV): unità esterna lanciata dalla Divina Libertà che, in combinazione col Gakeen, conferisce a quest'ultimo una enorme potenza distruttiva per i combattimenti su terraferma;
- Ali supersoniche: modulo esterno che, agganciato al Gakeen, permette a quest'ultimo di volare ad una velocità superiore al "Mach 5" e di poter combattere abilmente in volo; 

 

Per sapere come finisce la serie, clicca qui!

 

Torna alla HomePage